Ep. 26 – Una lama di luce

Ep. 26 – Una lama di luce

Il commissario Montalbano fa un altro sogno strano: in mezzo ad un vasto campo, è situata una bara con un cadavere. L’agente Catarella, farfugliando cose in latino, lo chiama per fargli riconoscere il cadavere, che risulterà essere quello del Questore Bonetti Alderighi. Giunto in commissariato gli si presentano i due casi da risolvere. Il primo caso riguarda una presunta rapina subita dalla sig.ra Loredana Di Marta; il marito si reca in commissariato in sua vece, per sporgere denuncia, ma alcuni dettagli non sembrano quadrare. Interrogando l’amica della presunta vittima, Valeria Bonifacio, si intuisce che le due donne tramano qualcosa e vengono fuori strani amori, e vecchi e nuovi amanti della stessa Di Marta, ma tutte le prove incastrano, invece, il marito. Il secondo caso riguarda la denuncia di un anziano contadino che ha trovato una sua stalla in disuso chiusa con delle strane porte e finestre, lavori non commissionati da lui né eseguiti dai due fattori di origine tunisina dei quali l’anziano si serve. Recandosi sul luogo, il commissario trova una scena diversa, dove non v’è riscontro con quanto dichiarato dall’anziano. Guardandosi intorno, però si ritrovano segni di attività recente e di un grosso arsenale. Montalbano fa inviare i residui rinvenuti al nucleo antiterrorismo ma, nonostante gli venga ordinato di lasciar perdere, il commissario condurrà una piccola indagine parallela, che rischia di saltare perché un terzo tunisino, tenuto finora nascosto dagli altri, lo riconosce. Nel frattempo, il commissario deve anche fronteggiare una forte crisi di ansia che assale la sua compagna Livia, che inizia a sperimentare strani pesi e angosce. Quando la speranza di superare quel momento comincia a diventare forte, tutte le loro paure diverranno realtà.

  • Altri interpreti: Lina Perned (Livia Burlando), Dajana Roncione (Valeria Bonifacio), Valentina Reggio (Loredana Di Marta), Hamza Choukri (François)
  • Dall’intervista allo stesso Camilleri, andata in onda prima della puntata (così come negli altri precedenti tre episodi di questa serie 2013) l’autore svela che un personaggio fondamentale che si muove sulla scena nel libro non è stato inserito nel film per rendere Montalbano, seguendo il trend cominciato già nelle serie precedenti, il più umano, umile e sensibile e far sì che le sue vicissitudini, somiglino sempre più a quelle della gente normale. Nella fattispecie, lo scrittore suggerisce che a Montalbano capiterà un avvenimento che lo destabilizzerà molto, come mai gli era successo negli episodi precedenti. È molto probabile che lo scrittore faccia riferimento all’assenza del personaggio di Maria Angela, Marian, la bella proprietaria di una galleria d’arte di Vigata per la quale il commissario, nel romanzo, prova un’attrazione molto seria, tanto da portarlo a mettere in dubbio il suo rapporto con l’eterna fidanzata Livia.
  • Ascolti Italia: telespettatori 10.715.000 – share 38,13{86b0808bfa66823c1e4fd654c4348b262451d60467de118ed5733c8f0ca3a032}