Ep. 25 – Una voce di notte

Ep. 25 – Una voce di notte

Nel giorno del suo compleanno, il commissario si trova alle prese con un combattivo pirata della strada, Giovanni Strangio, che si rivelerà essere lo scapestrato figlio del Presidente della Provincia di Montelusa, Michele Strangio. Montalbano capisce di trovarsi dinanzi a serie rogne, soprattutto quando lo stesso Strangio si reca dal commissario per denunciare la scoperta del cadavere della fidanzata, Mariangela Carlesimo. Contemporaneamente, in uno dei più grandi supermercati di Vigata, viene scoperto un furto, che, però, mostra strane incongruenze. Montalbano, sottovalutando il caso, lo affida al suo vice, Augello, ma questo magazzino è, come noto a tutti i popolani, riconducibile alla famiglia Cuffaro, e nel consiglio di Amministrazione dello stesso, oltre svariate figure di comodo, svetta l’onorevole Mongibello. Il dirigente del supermercato, un certo Guido Nicotra, viene trovato impiccato all’indomani della denuncia. Montalbano comincia a subire pressioni dall’alto, in quanto gli esponenti politici coinvolti nei due casi cominciano ad essere infastiditi dai suoi atteggiamenti e dalle sue indagini; si troverà, quindi, costretto a forzare un po’ la mano per risolvere questi due casi, agendo in un modo un po’ insolito, che lo indurrà molto a riflettere.

  • Altri interpreti: Antonio Milo (Luciano Sponses), Saverio Marconi (Michele Strangio), Giovanni Visentin (Giudice Tommaseo)
  • Ascolti Italia: telespettatori 10.223.000 – share 36.43{86b0808bfa66823c1e4fd654c4348b262451d60467de118ed5733c8f0ca3a032}